Banner di INNrete

Cartella selezionata

  • ..
  • VOUCHER alle imprese

Elenco cartelle

 

DISCIPLINARE PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI DIGITALI I4.0
ANNO 2019 - MISURA B

tastiera pc

 

La Camera di commercio di Pistoia nell'ambito del progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici, propone la presente misura volta a:
• promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.
• stimolare la domanda da parte delle imprese del territorio della Camera di commercio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0.

La dotazione finanziaria è pari a 105.000 euro.

le domande possono essere presentate dal 10 aprile 2019 al 15 giugno 2019

 

 

A CHI È DESTINATO:
Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese che risultano:

  • avere sede legale e/o unità operativa nella provincia di Pistoia;
  • essere iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pistoia e attive;
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non avere in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Pistoia, ai sensi dell'art.4, comma 6 del D.L. 6.7.2012, n°95 (convertito nella L. 7.8.2012, n.135)
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n.159
  • aver assolto gli obblighi contributivi

 

AMBITI DI INTERVENTO:

Con il presente Disciplinare, si intende finanziare  la seguente misura di innovazione tecnologica I4.0:

-    Progetti per l’acquisto di servizi di consulenza e/o formazione finalizzati all’implementazione di una o più tecnologie tra quelle sotto specificate, nonché  di beni e servizi strumentali, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’articolo 2, comma 4 nella misura massima del 50% del totale del progetto presentato.

 

Al momento della presentazione della domanda i progetti possono essere di due tipologie:

a)       già terminati;

b)       non ancora iniziati o in fase di realizzazione.

 

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Disciplinare sono:

-           Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i., inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • Cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • Big data e analytics;
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).

-           Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi

 

FORNITORI DI CUI AVVALERSI PER POTER ACCEDERE AL CONTRIBUTO

Il fornitore deve avere sede legale in uno degli Stati membri dell’Unione europea.

I fornitori di beni e di servizi non possono essere soggetti beneficiari della stessa misura in cui si presentano come fornitori. Inoltre non possono essere fornitori di beni e/o di servizi imprese o soggetti che siano in rapporto di collegamento, controllo  ( ai sensi dell’articolo 2359 del Codice Civile) e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti[1] con i beneficiari.

 

Ai fini del presente disciplinare, l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente, per i servizi di consulenza e formazione di uno o più fornitori tra i seguenti:

  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • incubatori certificati di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;
  • FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MISE) 
  • start-up innovative di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e PMI innovative di cui all’art. 4 del D.L. 24 gennaio 2015 n. 3, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2015, n. 33;
  • ulteriori fornitori, attivi da almeno un anno, che siano in grado di fornire consulenza e formazione nelle tematiche di Impresa 4.0 di cui all’art. 2, comma 4, Elenco 1 della parte generale del presente Disciplinare.

Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di contributo (modulo “autodichiarazione ulteriori fornitori”);

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie  formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Non sono richiesti requisiti specifici per i soli fornitori di beni e servizi strumentali di cui all’articolo 7, comma 1, lettera b).

 

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO:

Il contributo avrà un importo massimo di Euro 7.000, oltre la premialità per quelle imprese in possesso del rating di legalità.

L’investimento minimo ammesso è pari a 5.000 euro.

Il contributo coprirà il 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute sarà erogato con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo a fondo perduto.

Per spese sostenute a partire dal 1 Gennaio 2019 fino al 90° giorno successivo alla data della comunicazione di concessione del contributo

 

Modalità di presentazione delle domande:

La domanda per la partecipazione al disciplinare, da riprodurre in formato immodificabile PDF, con sottoscrizione digitale o autografa, accompagnata dal documento d’identità del legale rappresentante dell’impresa richiedente, potrà essere inviata nel periodo dal 10/4/2019 al 15/06/2019 esclusivamente quale allegato a un messaggio da inviare al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: cciaa.pistoia@pt.legalmail.camcom.it indicando quale oggetto del messaggio: “Disciplinare per l’erogazione di Contributi Digitali I4.0 2019”.



[1] Per assetti proprietari sostanzialmente coincidenti si intendono tutte quelle situazioni che – pur in presenza di qualche differenziazione nella composizione del capitale sociale o nella ripartizione delle quote – facciano presumere la presenza di un comune nucleo proprietario o di altre specifiche ragioni attestanti costanti legami di interessi anche essi comuni, che di fatto si traducano in condotte costanti e coordinate di collaborazione e di comune agire sul mercato.

 

Per Informazioni:

PUNTO IMPRESA DIGITALE

DI PISTOIA

TEL 0573 - 991435

 

 

Data di ultima modifica: 11/4/2019

Visualizzazione Mobile

 

Aree tematiche correlate:

Finanziamenti e contributi
Esprimi un parere su questa informazione

(Rispondi ai quesiti e premi Invia)

  • Precisione:

  • Completezza:

  • Correttezza:

  • Tempestività:

[Stampa]  [Apri a pagina intera]

 

sabato, 25 maggio 2019

Calendario eventi

Maggio 2019
oggi
LuMaMeGiVeSaDo
  1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 

25
 

26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31