Piano delle Azioni Positive

L'art. 57 del D. Lgs. n. 165/2001, come modificato dalla L. n. 183/2010, prevede la costituzione, in tutte le Pubbliche Amministrazioni, del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG).

Il CUG sostituisce i preesistenti "comitato pari opportunità" e "comitato paritetico sul fenomeno del mobbing", assorbendone tutte le competenze. Poiché la Legge 183/2010 ha esplicitamente esteso l'area delle garanzie, al di là delle potenziali discriminazioni legate al genere, a tutti i cosiddetti "fattori di rischio" che la legislazione e la giurisprudenza comunitarie hanno enunciato nel tempo (età, razza, orientamento sessuale, lingua, disabilità, origine etnica), le competenze del CUG si intendono estese ai suddetti aspetti.

Il CUG svolge compiti propositivi, consultivi e di verifica, nell'ambito delle competenze ad esso demandate.

Tra le funzioni di carattere propositivo attribuite ai CUG vi rientra la predisposizione di piani di azioni positive per favorire l’uguaglianza sostanziale sul lavoro tra uomini e donne.

Si pubblicano, di seguito, i Piani approvati recependo integralmente le proposte del Comitato:

Piano delle azioni positive per il triennio 2013-2015 (formato PDF - dimensione 176 Kb)

Piano delle azioni positive per il triennio 2016-2018 (formato PDF - dimensione 99 Kb)

Piano delle azioni positive per il triennio 2019-2021 (formato PDF - dimensione 211 Kb)
 

Ultima modifica: Martedì 16 Febbraio 2021