CARNET ATA

Ufficio Commercio Estero
Tel. 0573 991423
Fax 0573 991470
E-mail: estero.pistoia@ptpo.camcom.it

 

COS’E’

Il Carnet A.T.A. (acronimo delle espressioni francese e inglese "Admission Temporaire/Temporary Admission") è un documento doganale internazionale che sostituisce i documenti doganali ordinari, in uso in ciascun Paese, per l'importazione e l'esportazione temporanea di merci destinate a fiere, mostre ecc. (contemplate dai tre allegati alla Convenzione Doganale di Bruxelles), nonché dei campioni commerciali (Convenzione Internazionale di Ginevra) e di materiali professionali.
Il carnet ATA costituisce una facilitazione della quale gli interessati possono facoltativamente avvalersi, restando quindi liberi di richiedere in ciascun Paese l'esportazione o l'importazione temporanea o il transito delle merci ammissibili a mezzo del carnet, secondo la normale procedura e con gli ordinari documenti previsti per tale genere di operazioni.
Il vantaggio derivante dall'utilizzo del carnet-ATA è principalmente la semplificazione della procedura di temporanea importazione o esportazione mediante la semplice presentazione del documento stesso agli Uffici doganali con esonero dal pagamento dei diritti doganali per le merci da introdurre temporaneamente nel Paese in cui si importa o in cui si transita.
Ciò è reso possibile dagli "enti garanti" del sistema ATA per i vari Paesi che hanno aderito alla Convenzione, i quali sono tenuti ad anticipare alle dogane straniere le somme che vengono loro richieste per irregolarità riscontrate sui carnets ATA emessi nei rispettivi Paesi. L'Unione Italiana delle Camere di Commercio, con sede a Roma, è l'ente garante per l'Italia del sistema ATA. In Italia, l'emissione e la gestione dei carnets ATA viene effettuata dalle singole Camere di Commercio, per conto dell'Unioncamere Italiana.

I PAESI ADERENTI ALLA CONVENZIONE ATA

Il Carnet A.T.A. può essere utilizzato solamente verso i Paesi che hanno aderito alla Convenzione A.T.A. e che sono: paesi


QUALE DOCUMENTAZIONE PRESENTARE

Per ottenere il carnet occorre presentare alla Ufficio Commercio Estero:

1) MODULO DI DOMANDA da ritirare presso l’Ufficio Estero Camerale o scaricare ai seguenti link
- Modulo base Carnet ATA (formato PDF - dimensione 2 Mb)
- Modulo standard Carnet ATA (formato PDF - dimensione 358 Kb)
- Modulo CPD Cina Taiwan (formato PDF - dimensione 562 Kb)

in triplice copia, timbrato e firmato CON FIRMA AUTOGRAFA dal titolare/legale rappresentante. Sul modello vanno indicati:
- denominazione e indirizzo dell'impresa titolare o nome, cognome e indirizzo di residenza e di reperibilità se trattasi di persona fisica;
- il numero d'iscrizione al REA;
- la validità del Carnet (sempre 12 mesi);
- i dati del soggetto che effettuerà le operazioni doganali (nel caso in cui il carnet sia per la Russia allegare fotocopia del passaporto);
- il valore totale espresso in euro;
- l'utilizzo (campioni commerciali/ materiale professionale/ fiere e mostre);
- i Paesi che si prevede saranno visitati;
- il numero dei viaggi in ciascuno degli Stati indicati, allo scopo di determinare il numero dei fogli da aggiungere al Carnet nel caso in cui la dotazione di base non sia sufficiente.


2) ALMENO 3 COPIE DELLA LISTA DELLA MERCE STAMPATA SU CARTA INTESTATA DELLA DITTA, FIRMATA DAL RAPPRESENTANTE LEGALE e redatta secondo lo schema excel dal scaricare al seguente link Schema lista excell (formato XLSX - dimensione 11 Kb). Solo a titolo di esempio per la compilazione lista merci è possibile cliccare il seguente link esempio lista merci (formato DOCX - dimensione 13 Kb).
Ciascun prodotto deve essere contraddistinto, nella lista, da un numero d'ordine che dovrà essere apposto, quando è possibile, anche sulle merci stesse, allo scopo di facilitare i controlli da parte delle dogane.
Il valore da indicare nella lista deve essere quello commerciale vigente in Italia.

3) ATTESTAZIONE DI AVVENUTO PAGAMENTO DEL BONIFICO RELATIVO ALLA POLIZZA DI GARANZIA UNIONCAMERE con scritto "Eseguito" o con il numero del CRO o con dicitura che attesti l'effettiva effettuazione dello stesso.


Verificata la documentazione l'operatore protocollerà l'istanza e procederà alla richiesta di pagamento (in contanti o tramite Bancomat/carta di credito) dei diritti di segreteria che ammontano:
- per il Carnet base-CPD ad euro 61,00,
- per il Carnet standard ad euro 92,72.

Il tempo di conclusione del procedimento è di 5 giorni.



INDICAZIONI IN MERITO AL PAGAMENTO DELLA POLIZZA ASSICURATIVA DI GARANZIA UNIONCAMERE

Gli operatori sono tenuti a stipulare un'assicurazione con la Compagnia Generali Italia Spa, a garanzia dell'Unioncamere, Ente garante nei confronti dell'Amministrazione doganale in caso di irregolarità riscontrate nell'utilizzo del Carnet (le modalità di pagamento sono diverse a seconda del tipo di merci o del valore complessivo del Carnet o dell'insieme dei Carnets rilasciati nel corso dell'anno solare alla stessa ditta, o se si tratti di soggetti iscritti o meno al Registro delle Imprese).
L'assicurazione si effettua tramite:
a) versamento con bonifico bancario a Generali Italia Spa;
b) polizza di cauzionamento rilasciata da un'Agenzia Generali Italia Spa.


Caso a)- versamento con bonifico bancario a Generali Italia Spa

Nel caso in cui:

- il valore della merce oggetto del carnet non superi i € 150.000,00 oppure non viene superato questo importo sommando il valore dei carnets rilasciati alla stessa ditta nell’anno solare corrente e non ancora “chiusi”;
- il carnet non sia utilizzato per esportare temporaneamente prodotti orafi;
- l'impresa, regolarmente iscritta alla Camera di Commercio di Pistoia, non abbia unità locali fuori provincia e non sia assoggettata ad una procedura concorsuale, ad amministrazione controllata, ad amministrazione straordinaria o ad altri provvedimenti similari che pregiudichino la gestione dell'impresa;
- il richiedente non sia un privato;

il rilascio della polizza avviene in via automatica effettuando un bonifico all'agenzia GENERALI ITALIA Spa fra quelle abilitate con la seguente CAUSALE: rilascio Carnet ATA - ditta_____________ (Per il momento siamo in possesso solo dei riferimento della sede GENERALI _ INA ASSITALIA di Pistoia - Via E. Fermi, 44 IBAN: IT20V0306913830100000003887).

Il premio si calcola come segue:
- se il valore complessivo della merce non supera l’importo di € 10.000,00, il premio ammonta automaticamente a € 56,00 (importo fisso);
- per valori superiori a € 10.000,00 e fino a € 150.000,00 occorre calcolare lo 0,5625% sull’importo totale della merce.
I premi di polizza vengono arrotondati alla prima cifra decimale, pertanto l’arrotondamento sarà:
- per decimali da 00 a 25, sarà necessario arrotondare per difetto (esempio: premio 78,24 € arrotondare a 78,00 €);
- per decimali da 26 a 50 arrotondare per eccesso (esempio: premio 78,32 € arrotondare a 78,50 €);
- per decimali da 51 a 75 arrotondare per difetto (esempio: 78,62 € arrotondare a 78,50 €);
- per decimali da 76 a 99 arrotondare per eccesso (esempio: 78,85 € arrotondare a 79,00 €).



Caso b)- polizza di cauzionamento rilasciata da un'Agenzia Generali Italia Spa.

Tale polizza sarà richiesta:
- per merci varie di valore complessivo superiore a € 150.000,00 (valore totale relativo ad un singolo Carnet o a più Carnets rilasciati allo stesso titolare nel corso dell’anno solare).
- per soggetti non iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio (es. i privati);
- per prodotti orafi.

Per ottenere la polizza assicurativa occorre presentare all'Agenzia Generali Italia S.p.a.prescelta, tra quelle abilitate, il modulo di richiesta di polizza (formato DOCX - dimensione 47 Kb) per il cauzionamento dei carnets precedentemente vistato dalla Camera di Commercio. La polizza ha durata tre anni. Per rilasciare la polizza, la compagnia assicuratrice richiederà alle ditte la visura camerale e gli ultimi due bilanci, mentre ai privati lo stato patrimoniale.

La richiesta della polizza assicurativa è motivata dal fatto che, come già detto, l'Unioncamere, ente garante per l'Italia del servizio ATA, è tenuta ad anticipare alle dogane straniere le somme che le vengono richieste per irregolarità riscontrate sui carnets ATA emessi nel nostro Paese. Il rimborso dell'importo anticipato dall'Unione, che verrà richiesto al titolare del carnet contestato direttamente dalla Camera di Commercio che ha emesso il documento, dovrà essere effettuato entro dieci giorni dalla data della richiesta.
Trascorso inutilmente questo termine, l'Unioncamere recupererà la somma avvalendosi della polizza di cui sopra. Si ricorda tuttavia che, in tutti i casi in cui la società assicuratrice abbia effettuato il pagamento delle somme dovute all'Unioncamere in luogo del contraente , la stessa ha diritto di rivalsa alla somma versata, aumentata degli interessi e delle spese accessorie, nei confronti del contraente - che è anche il titolare del carnet - e dei suoi aventi causa.



COME E’ COMPOSTO IL CARNET

Dal 1 gennaio 2015, in analogia a quanto avviene presso i principali partner europei, ci sono due tipi di Carnet: un Carnet ATA "base" che consente l'esecuzione di soli due viaggi all'estero (andata/ritorno) e un Carnet ATA "standard" che consente di effettuare più viaggi all'estero.
Il Carnet è composto da diversi fogli costituiti ciascuno da due parti denominate "souche" e "volet". La souche deve sempre rimanere unita alla copertina e costituisce la prova dei vari passaggi attraverso le frontiere; il volet, distaccabile, viene trattenuto di volta in volta dalle Dogane.
La dotazione del Carnet A.T.A. è così composta:
- copertina di colore verde (standard) o bianca (base);
- fogli di uscita - per l’esportazione - di colore giallo (da utilizzarsi per le operazioni doganali in uscita da una qualsiasi dogana (sia interna che di confine) dell’Unione Europea;
- fogli di reimportazione di colore giallo (da utilizzare per il rientro nella Comunità Europea (si può fare dogana in un qualsiasi paese dell’Unione Europea);
- fogli di entrata di colore bianco - per l’importazione – da utilizzarsi per l’entrata nel paese di destinazione finale aderente alla convenzione ATA extra UE;
- fogli di riesportazione di colore bianco per le operazioni in uscita dal paese di destinazione finale (paese terzo) aderente alla convenzione ATA extra UE;
- fogli di transito di colore azzurro da utilizzarsi quando viene attraversato un paese extra UE aderente alla convenzione ATA per raggiungere il paese di destinazione finale e/o nel caso in cui, all’arrivo presso la dogana di confine di un Paese, l’autorità locale decide di non ispezionare le merci e ritiene di spedirle in transito presso la dogana interna di destinazione, ove avverrà contemporaneamente sia lo scarico del transito, sia l’operazione di effettiva importazione temporanea (sul foglio bianco), con verifica delle merci.

VALIDITA'

Il carnet ATA ha una validità massima di 12 mesi dal giorno del rilascio.

RESTITUZIONE CARNET

Il Carnet deve essere restituito alla Camera di Commercio alla fine del viaggio, e in ogni caso, entro otto giorni dalla data di scadenza di validità del documento. Il Carnet, nel periodo di validità, può essere usato per un numero illimitato di viaggi con l'aggiunta del numero dei fogli necessari.

SMARRIMENTO CARNET

In caso di smarrimento di un carnet ATA, il titolare dovrà presentare alla Camera di Commercio di Pistoia la relativa denuncia di smarrimento, vistata dall'autorità di pubblica sicurezza.
Il titolare del carnet è responsabile delle conseguenze che potrebbero derivare dall'utilizzo, da parte di terzi, del carnet smarrito o sottratto.

PRINCIPALI NORME DI UTILIZZO

Il carnet rilasciato dalla Camera di Commercio, per essere valido agli effetti doganali, deve essere presentato, unitamente alle merci, ad una dogana dell'Unione Europea che provvederà a prenderlo in carico ed eventualmente ad apporre i marchi di identificazione sulle singole merci. Tale operazione viene effettuata al momento dell'uscita e può essere eseguita presso una dogana di confine o una dogana interna.
Al fine di evitare attese alle dogane di confine è preferibile che tale operazione venga eseguita presso la dogana interna più vicina.

Per i prodotti orafi la dogana normalmente richiede le fotografie in originale o in fotocopia della merce.
Per le opere d'arte occorre avere il benestare delle Belle Arti.

Quando le merci da esportare sono soggette al vincolo dell'autorizzazione ministeriale è necessario presentare alla dogana di uscita tale documento.

Qualora l'utilizzatore del carnet intenda lasciare parte o tutte le merci definitivamente in un Paese estero nel quale sono state importate temporaneamente, oltre ad osservare le norme di controllo del commercio estero vigenti in quel paese, dovrà farne richiesta alle autorità doganali estere, pagando i relativi diritti e facendo annotare tale pagamento sulla “souche” di riesportazione. Al rientro nell'Unione Europea occorre ugualmente far vistare il carnet alla dogana comunitaria al fine di ottenere la trasformazione in definitiva della temporanea esportazione. Al termine dell'utilizzo, e comunque entro gli otto giorni successivi alla data di scadenza, il carnet deve essere restituito alla Camera di Commercio che lo ha emesso, corredato di tutte le souches relative ai fogli utilizzati, nonché dei fogli non utilizzati nel numero a suo tempo rilasciati. Contemporaneamente alla riconsegna del carnet dovrà essere presentata copia delle fatture di vendita e della bolla doganale di importazione definitiva in paese estero nel caso fosse avvenuta una cessione delle merci.

Non occorre utilizzare il Carnet ATA per la circolazione intracomunitaria delle merci a meno che non si attraversino o visitino Paesi terzi; in ogni caso è buona norma accompagnare le merci da una “lista valorizzata”, che ne faciliti l’identificazione in caso di controllo.
Se viene visitato un Paese non aderente alla convenzione ATA, il Carnet ATA non va presentato alla dogana del Paese in questione, dove invece verrà attivato il regime doganale di importazione temporanea in cauzione.
Qualora, per errore il documento fosse presentato ed utilizzato da dogane di Paesi non aderenti alla convenzione, il volet distaccato dalla dogana avrà in loco mero valore di dichiarazione doganale del soggetto importatore nei confronti della dogana medesima, ma il sistema di garanzia internazionale (in Italia rappresentato da Unioncamere) non risponderà di quell’operazione nei confronti del Paese estero.
Contatti

Ufficio Commercio Estero

Unità organizzativa
Ufficio Commercio Estero
Telefono
0573 991423
Fax
0573 991470
Email
estero@pt.camcom.it
Ultima modifica: Mercoledì 14 Aprile 2021