Prodotti elettrici

Camera di Commercio di Pistoia
U.O. Metrologia legale e sicurezza prodotti
Cristina Calamassi- sicurezza.prodotti@ptpo.camcom.it

 

Ai prodotti elettrici destinati ai consumatori si applicano le seguenti disposizioni, che sono trattate in dettaglio nelle sezioni specifiche:

D. Lgs. 19 maggio 2016, n. 86, Attuazione della direttiva 2014/35/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato del materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione;

D. Lgs. 6 novembre 2007, n. 194, Attuazione della direttiva 2004/108/CE relativa alla compatibilita' elettromagnetica, e della direttiva 2014/30/UE del 26 febbraio 2014, concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilita' elettromagnetica (rifusione) che ne dispone l'abrogazione;

Compatibilita' elettromagnetica
Le disposizioni riguardano la conformità delle apparecchiature ad un livello adeguato di compatibilità elettromagnetica.
Sono esclusi:
. apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione
. prodotti aeronautici
. apparecchiature radio utilizzate da radioamatori
. kit di valutazione su misura per professionisti destinati ad essere utilizzati unicamente in . strutture di ricerca e sviluppo a tali fini;
. apparecchiature costruite per uso militare
. apparecchiature intrinsecamente conformi ai requisiti generali di cui all’allegato I
. apparecchiature per cui i requisiti di compatibilità elettromagnetica siano disciplinati in modo più specifico da altre direttive.


Il D.Lgs 194/07 e s.m.i. si applica a tutti gli apparecchi che possono creare emissioni elettromagnetiche o il cui funzionamento può essere alterato da disturbi elettromagnetici presenti nell'ambiente. Esso fissa i requisiti di protezione in materia di compatibilità elettromagnetica nonché le relative modalità di controllo.

Le apparecchiature devono essere progettate e fabbricate in modo tale che:
. le perturbazioni elettromagnetiche prodotte non superino il livello al di sopra del quale le apparecchiature radio e di telecomunicazione o altre apparecchiature non possono funzionare normalmente (requisito di emissione);
. presentino un livello di immunità alle perturbazioni elettromagnetiche prevedibili in base all'uso al quale sono destinate che ne consenta il normale funzionamento senza deterioramenti inaccettabili (requisito di immunità).

Sui prodotti devono essere presenti i seguenti elementi formali:
. marcatura CE
. nome o marchio del fabbricante e indirizzo postale, in italiano, dove può essere contattato;
. se il fabbricante è extraUE, nome o marchio dell’importatore e indirizzo postale, in italiano, dove può essere contattato; se il prodotto presenta solo i dati dell’importatore, egli si assume tutti gli obblighi del fabbricante;
. un elemento (numero di tipo, lotto o serie etc.) che identifichi il prodotto;
. istruzioni e informazioni in italiano previste dall’art. 11.
Gli elementi devono figurare sull’apparecchiatura o, se la sua natura o le sue dimensioni non lo consentono, sull’imballaggio o su un documento che lo accompagna.

Le apparecchiature che sono conformi alle norme armonizzate o a parti di esse i cui riferimenti sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea sono considerati conformi ai requisiti essenziali di cui all'allegato I del D.Lgs. 194/2007.


D. Lgs. 16 febbraio 2011, n. 15, Attuazione della direttiva 2009/125/CE relativa all'istituzione di un quadro per l'elaborazione di specifiche per progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all'energia;


Regolamento (UE) 2017/1369 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2017, che istituisce un quadro per l'etichettatura energetica e che abroga la direttiva 2010/30/UE.

Ultima modifica: Mercoledì 3 Febbraio 2021