Materiale elettrico di bassa tensione

Camera di Commercio di Pistoia
U.O. Metrologia legale e sicurezza prodotti
Cristina Calamassi- sicurezza.prodotti@ptpo.camcom.it

 

Il materiale elettrico di bassa tensione è quello destinato ad essere utilizzato ad una tensione nominale compresa fra 50 e 1.000 volt in corrente alternata e fra 75 e 1.500 volt in corrente continua, con le seguenti esclusioni:
a) materiali elettrici destinati ad essere usati in ambienti esposti a pericolo di esplosione;
b) materiali elettrici per radiologia ed uso clinico;
c) parti elettriche di ascensori e montacarichi;
d) contatori elettrici;
e) basi e spine delle prese di corrente per uso domestico;
f) dispositivi di alimentazione dei recinti elettrici;
g) disturbi radioelettrici;
h) materiali elettrici speciali, destinati ad essere utilizzati sulle navi e sugli aereomobili e per le ferrovie, conformi alle disposizioni di sicurezza stabilite da organismi internazionali, cui partecipano gli Stati membri della Comunità economica Europea;
i) kit di valutazione su misura per professionisti, destinati ad essere utilizzati unicamente in strutture di ricerca e sviluppo a tali fini.

Il materiale elettrico, che rientra nel campo di applicazione del D.Lgs. 19 maggio 2016, n. 86, può essere messo a disposizione sul mercato dell'Unione europea solo se, costruito conformemente alla regola dell'arte in materia di sicurezza valida all'interno dell'Unione, non compromette, in caso di installazione e di manutenzione non difettose e di utilizzazione conforme alla sua destinazione, la sicurezza delle persone, degli animali domestici e dei beni.

I principali elementi degli obiettivi di sicurezza sono indicati nell'allegato I del D.Lgs. 86/2016 (formato PDF - dimensione 87 Kb).

Il D.Lgs. 86/2016 ha recepito in Italia la Direttiva 2014/35/UE.

La normativa riconosce presunzione di conformità del materiale elettrico di bassa tensione sulla base delle norme armonizzate.
Se non risultano pubblicate norme armonizzate, la presunzione di conformità è ricondotta a norme internazionali elaborate dalla Commissione elettrotecnica internazionale per le quali sia stata espletata la procedura di pubblicazione.
Infine, se non sono state pubblicate norme armonizzate o norme internazionali, ci si rifà alle norme nazionali dello Stato membro dell'Ue in cui il materiale è stato fabbricato, qualora venga garantito un livello di sicurezza equivalente a quello italiano.

Informazioni ai consumatori sul materiale elettrico di bassa tensione
Il materiale elettrico di bassa tensione deve riportare (sul prodotto o sulla confezione) le seguenti indicazioni:
marcatura CE;
numero di tipo, di lotto o di serie, qualsiasi altro elemento che ne consenta l'identificazione;
nome, denominazione commerciale o marchio del fabbricante e indirizzo postale dove può essere contattato; se il fabbricante è situato fuori dall'Unione europea, il prodotto deve riportare i contatti dell'importatore stabilito nell'Ue;
informazioni e istruzioni sulla sicurezza in lingua italiana.
Ultima modifica: Venerdì 29 Gennaio 2021