Vigilanza del mercato

Il Ministero dello Sviluppo Economico garantisce la conformità e la sicurezza dei prodotti destinati al consumatore finale e non, attraverso azioni di vigilanza sulle merci già immesse sul mercato e su quelle importate dagli Stati extracomunitari che, in base alle previsioni dell’art. 27 del Regolamento comunitario 765/2008, vengono sottoposte a fermo doganale.

La normativa impone agli operatori economici l’obbligo generale di fabbricare o importare esclusivamente prodotti conformi alle prescrizioni applicabili contenute nelle Direttive europee di settore (cosiddette direttive armonizzate in vigore in tutti i Paesi dell’Unione europea).

In questo ambito, il Ministero:
. opera in materia di conformità dei prodotti con particolare riguardo ai giocattoli (D.lgs 54/2011), ai prodotti elettrici a bassa tensione (D.lgs 86/2016), ai dispositivi di protezione individuali (DPI) (REG. UE 2016/425), ai prodotti che possono causare perturbazioni elettromagnetiche (D.lgs 80/2016), ai prodotti rientranti nell'ambito della sicurezza generale (Parte IV, Titolo I, del Codice del Consumo);
. opera in materia di sorveglianza del mercato ai sensi del D.Lgs 17/2010 nel cui campo di applicazione rientrano: a) macchine; b) attrezzature intercambiabili; c) componenti di sicurezza; d) accessori di sollevamento; e) catene, funi e cinghie; f) dispositivi amovibili di trasmissione meccanica; g) quasi-macchine, per garantisce l'applicazione corretta ed uniforme della direttiva 2006/42/CE su macchine immesse sul mercato ed operanti nei settori industriali e commerciali volta a salvaguardare la salute degli operatori nei vari settori;
. interviene nel controllo di prodotti già in circolazione sul territorio nazionale nonché su quelli dichiarati all'importazione presso gli uffici doganali, nelle ipotesi in cui vengono sottoposte a sospensione dell'immissione in libera pratica
cura la gestione del sistema comunitario di allerta rapido sui prodotti pericolosi RAPEX;
. adotta provvedimenti restrittivi (ad esempio provvedimenti di divieto di circolazione e di ritiro dal mercato) per i prodotti non conformi e che possono comportare un rischio per il consumatore.

Il Ministero dello Sviluppo Economico si avvale delle autorità competenti per i controlli sulla sicurezza generale dei prodotti, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e di altre amministrazioni dello Stato e autorità pubbliche locali nell'ambito delle rispettive competenze.
Le funzioni di controllo alle frontiere esterne sono invece svolte dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Quando gli organi di vigilanza competenti rilevano la non conformità ai requisiti di sicurezza, informano il MISE.

Per informazioni:
Ministero dello Sviluppo Economico
Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica
Ultima modifica: Venerdì 29 Gennaio 2021