Mediazioni nei settori dell'energia elettrica e del gas

Camera di Commercio di Pistoia Prato
Ufficio Armonizzazione del mercato e tutela del consumatore
Giacomo Nepi -  armonizzazione.mercato@ptpo.camcom.it

 

La Camera di Commercio ha aderito alla "Convenzione tra l’Autorità per l’Energia elettrica, il Gas ed il Sistema idrico e Unioncamere nazionale", finalizzata ad individuare i principi e le metodologie applicabili alle procedure di mediazione svolte dalle Camere di Commercio per le controversie fra clienti o utenti finali e operatori o gestori nei settori di compentenza dell'Autorità, ai sensi del punto 4 della deliberazione dell'Autorità n. 209/2016/E/com e dell'art. 14 del TICO
Quali sono le specificità della mediazione derivanti dalla suddetta convenzione?
1) Le parti potranno usufruire del servizio camerale di mediazione e l'eventuale accordo raggiunto avrà valore di titolo esecutivo.
2) L'eventuale proposta di accordo è formulata dal mediatore esclusivamente su richiesta congiunta delle parti;
3) Le parti possono partecipare alla procedura senza l'assistenza di un avvocato.

ATTENZIONE: alle procedure alternative al Servizio di Conciliazione dell’Autorità (ARERA), tra cui quelle attivabili presso le Camere di Commercio, per l’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione dei clienti finali nei settori dell’energia elettrica e del gas, non trova applicazione l'obbligo partecipativo di operatori e gestori, di cui all’articolo 8, comma 8.4, del TICO (Testo Integrato Conciliazione, All. A alla delibera 209/2016/E/com e s.m.i.)

Le controversie nei suddetti settori sono gestite dalla Camera di Commercio mediante il Servizio di Mediazione.

N.B.: LA PRESENTE PROCEDURA DI MEDIAZIONE NON E' ANCORA OPERATIVA PER IL SETTORE IDRICO.

TARIFFARIO MEDIAZIONE IN MATERIA DI ENERGIA ELETTRICA e GAS
L’indennità comprendono:
- le spese di avvio del procedimento
- le spese di conciliazione.

SPESE DI AVVIO
€ 40,00 (+IVA), per le liti di valore non superiore ad € 250.000,00;
€ 80,00 (+IVA), per le liti di valore superiore ad € 250.000,00;
Le spese di avvio sono da versare a cura della parte istante al deposito della domanda e a cura della parte che accetta al momento della sua adesione al procedimento.

SPESE DI MEDIAZIONE
VALORE DELLA LITE - SPESE PER CIASCUNA PARTE (IVA 22% ESCLUSA)
fino a € 1.000,00 - € 43,34 + IVA
da € 1.001,00 a € 5.000,00 - € 86,67 + IVA
da € 5.001,00 a € 10.000,00 - € 160,00 + IVA
da € 10.001,00 a € 25.000,00 - € 240,00 + IVA
da € 25.001,00 a € 50.000,00 - € 400,00 + IVA
da € 50.001,00 a € 250.000,00 - € 666,67 + IVA
da € 250.001,00 a € 500.000,00 - € 1.000,00 + IVA
da € 500.001,00 a € 2.500.000,00 - € 1.900,00 + IVA
da € 2.500.001,00 a € 5.000.000,00 - € 2.600,00 + IVA
oltre € 5.000.00,00 - € 4.600,00 + IVA

N.B.: Nel caso di controversie internazionali, l'IVA potrebbe non essere dovuta.

 

Ultima modifica: Martedì 9 Febbraio 2021