Centri Tecnici per il tachigrafo digitale

Le officine di riparazione di veicoli che intendono costituire un Centro Tecnico per il tachigrafo digitale devono richiedere al Ministero dello Sviluppo Economico l'autorizzazione a svolgere le operazioni di riparazione e regolazione del tachigrafo digitale.

Il titolare, i soci ed il personale del Centro Tecnico non possono partecipare ad imprese che svolgono attività di trasporto su strada.

L’autorità per il rilascio delle autorizzazioni è il Ministero dello Sviluppo Economico che si avvale dell’Ufficio Metrico della Camera di Commercio competente per territorio per svolgere l'esame istruttorio preventivo.

Richiesta autorizzazione ad operare sui tachigrafi digitali

Per costituire un nuovo Centro Tecnico, l'impresa, tramite il suo titolare o legale rappresentante, deve presentare all’Ufficio Metrico della Camera di Commercio una domanda, utilizzando la modulistica predisposta dal Ministero dello Sviluppo Economico e resa disponibile al seguente link, alla quale dovrà essere allegata la documentazione prevista e la ricevuta del pagamento dei diritti di segreteria pari ad euro € 370,00 mediante bonifico bancario sul codice IBAN: IT60-Z-05034-21564-000000059100 intestato alla Camera di Commercio di Pistoia-Prato presso il BANCO BPM SPA.

Alla domanda occorre allegare apposita autocertificazione attestante il possesso del requisito minimo di buona reputazione prescritto per le officine e i centri tecnici che operano sui tachigrafi dall’art 24, comma 2, lett. c) del Regolamento (UE) n.165/2014, utilizzando l'apposito modulo (formato PDF - dimensione 99 Kb).

L'Ufficio Metrico controlla la completezza e la correttezza formale della domanda e procede alla verifica del possesso dei requisiti prescritti in capo ai richiedenti, ai sensi della normativa antimafia (art. 84 comma 2 del D.Lgs.159/2011).
Nel caso in cui la comunicazione antimafia non sia rilasciata dalla Prefettura nel termine di 30 giorni dalla richiesta, l'Ufficio informa l'impresa la quale ha la facoltà di rendere autocertificazione relativamente alla non sussistenza delle cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’articolo 67 del D.Lgs. 159/2011 utilizzando il relativo modulo (formato PDF - dimensione 99 Kb).

Effettuato il sopralluogo e l’esame istruttorio preventivo, l’Ufficio trasmette la domanda e il rapporto di verifica al Ministero dello Sviluppo Economico per il rilascio dell’autorizzazione.



Rinnovo autorizzazione ad operare sui tachigrafi digitali
Trenta giorni prima della scadenza annuale, il Centro Tecnico deve presentare la richiesta di rinnovo all’Ufficio Metrico della Camera di Commercio competente, utilizzando la modulistica predisposta dal Ministero dello Sviluppo Economico e resa disponibile al seguente link.

Dovrà inoltre essere allegata la documentazione elencata nei suddetti moduli e la ricevuta di pagamento dei diritti di segreteria di € 185,00 mediante bonifico bancario sul sul codice IBAN: IT60-Z-05034-21564-000000059100 intestato alla Camera di Commercio di Pistoia-Prato presso il BANCO BPM SPA.


Infine, in base ai chiarimenti forniti dal Ministero dello sviluppo economico con circolare prot. n.31981 del 09/03/2015, alla domanda occorre allegare apposita autocertificazione attestante il possesso del requisito minimo di buona reputazione prescritto per le officine e i Centri Tecnici che operano sui tachigrafi dall’art 24, comma 2, lett. c) del Regolamento (UE) n.165/2014, utilizzando l'apposito modulo (formato PDF - dimensione 99 Kb).
L'Ufficio Metrico controlla la completezza e la correttezza formale della domanda e procede alla verifica del possesso dei requisiti prescritti in capo ai richiedenti, ai sensi della normativa antimafia (art. 84 comma 2 del D.Lgs.159/2011).
Nel caso in cui la comunicazione antimafia non sia rilasciata dalla Prefettura nel termine di 30 giorni dalla richiesta, l'Ufficio informa l'impresa la quale ha la facoltà di rendere autocertificazione relativamente alla non sussistenza delle cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’articolo 67 del D.Lgs. 159/2011 utilizzando il relativo modulo (formato PDF - dimensione 99 Kb).


La Camera di Commercio, verificata la permanenza dei requisiti, rilascia il rinnovo dell’autorizzazione.

Modulistica scaricabile al seguente link

Modulistica per dichiarazioni da allegare alla domanda:
Buona reputazione (formato PDF - dimensione 99 Kb)
Antimafia (formato PDF - dimensione 99 Kb)
Dichiarazioni di impegno (formato PDF - dimensione 97 Kb)
Informativa privacy (formato PDF - dimensione 90 Kb)

Ultima modifica: Giovedì 28 Gennaio 2021