Reg.Toscana: MICROCREDITO per la CREAZIONE D'IMPRESA

Regione Toscana: MICROCREDITO per la CREAZIONE D'IMPRESA e START UP_BANDO APERTO dal 4 GENNAIO 2021

La Regione Toscana con decreto 20082 del 25 novembre 2020 ha approvato il bando "Creazione di impresa giovanile, femminile e di destinatari di ammortizzatori sociali, fondo di microcredito" (allegato A del decreto).

Il bando è rivolto a micro e piccole imprese giovanili e femminili, liberi professionisti, persone fisiche che vogliono avviare una micro o piccola impresa o attività libero professionista, giovanile o femminile, o di destinatari di ammortizzatori sociali.

Il bando è a sportello, domande in qualunque momento, a partire dal 4 gennaio 2021, fino ad esaurimento risorse.

BENEFICIARI: 

  • le micro e piccole imprese (Mpi),  così come definite dall’allegato 1 del Reg. (UE) n. 651/2014, nonché  i  liberi  professionisti  in  quanto equiparati  alle  imprese  (delibera  di  giunta 240/2017), che  abbiano  il  carattere  di  impresa  giovanile,  femminile  oppure  di  soggetti  destinatari  di ammortizzatori sociali, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione;
  • persone   fisiche   intenzionate   ad   avviare,   entro   sei   mesi   dalla   data   di   comunicazione dell’ammissione  della  domanda  alla  persona  fisica,  un’attività  imprenditoriale  di  dimensione  di micro o piccola impresa (MPI) così come definita dall’allegato 1 del Reg. (UE ) n. 651/2014, o un’attività  di  libero  professionista,  e  definita  giovanile,  femminile  oppure  di  destinatari di ammortizzatori sociali.

Le imprese e i professionisti devono essere in possesso dei requisiti di ammissibilità di cui al successivo paragrafo 2.2 del bando, e devono esercitare un’attività economica identificata come prevalente nella sede o unità locale  che  realizza  il  programma  di  investimento,  rientrante  nelle  seguenti  sezioni  della Classificazione delle attività economiche Ateco Istat 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere
C – Attività manifatturiere
D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F – Costruzioni
G – Commercio  all’ingrosso  e  al  dettaglio,  con  esclusione  delle  seguenti  categorie: 45.11.02,  45.19.02, 45.31.02, 45.40.12, 45.40.22 e del gruppo 46.1
H – Trasporto e magazzinaggio
I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
J – Servizi di informazione e comunicazione
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
P – Istruzione, limitatamente al gruppo 85.52
Q – Sanità e assistenza sociale, ad eccezione del gruppo 86.1
R – Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
S – Altre attività di servizi, limitatamente alla divisione 95 e 96

PRESENTAZIONE DOMANDA:

Il bando è a sportello: domande in qualunque momento, a partire dal 4 gennaio 2021, fino ad esaurimento risorse.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI:

Gli investimenti devono essere funzionalmente collegati all’attività economica ammissibile per un valore totale del progetto di investimento ammesso che non può essere inferiore a 8 mila euro e non può essere superiore  a 35 mila euro.
I  progetti  di  investimento  superiori  saranno  comunque  ammessi  fino all’importo di 35 mila euro fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento.

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammesse le spese sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda e riferite ai programmi di investimento realizzati in Toscana oltre che relative ad attività  anche  svolte  in  via  secondaria,  purché  riferibili ai  codici  ateco ammissibili. Sono ammesse spese per:
- beni  materiali:  impianti,  macchinari,  attrezzature  e  altri  beni  funzionali  all’attività  di impresa,  opere  murarie  connesse  all'investimento.
Quest’ultime sono  ammesse nel  limite  del  50% dell’importo dellestesse;
- beni immateriali: attivi diversi da quelli materiali o finanziari che consistonoin diritti di brevetti, licenze  (esclusa  l'autorizzazione  a  svolgere  l'attività),  know  how  o  altre  forme  di  proprietà intellettuale.
Spese per capitale circolante nella misura del 30% del programma di investimento ammesso: spese di costituzione così come definite dal Codice civile, spese generali (utenze e affitto), scorte. E' ammissibile anche l'acquisto di materiale usato se sono soddisfatte specifiche condizioni descritte nel bando.

TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

L'agevolazione viene concessa nella forma del microcredito a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, ovvero di importo non superiore a 24 mila 500 euro.
La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento).
È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.
Il rimborso avviene in rate trimestrali posticipate costanti.

SCARICA il BANDO (Allegato A)

ULTERIORI INFORMAZIONI:

sito Regione Toscana

sito Toscana Muove

 

La rete toscana della Commissione Europea Enterprise Europe Network con PromoFirenze, l’azienda speciale della Camera di Commercio, e la Regione Toscana hanno organizzato un webinar di approfondimento tecnico, durante il quale verranno illustrati i requisiti necessari e le modalità di partecipazione alla misura.

INFORMAZIONI E CONTATTI sul webinar realizzato, alla pagina di PROMOFIRENZE

SCARICA LE SLIDE:

- presentazione della Dott.ssa BUONCRISTIANI (Regione Toscana) cliccando QUI

- presentazione del Dott. UFRASI (Fidi Toscana) cliccando QUI

Ultima modifica: Giovedì 20 Maggio 2021