MISE: VOUCHER per CONSULENZA in INNOVAZIONE

NOVITA' dal MISE:
In considerazione dell’approssimarsi del termine ultimo per l’invio al Ministero delle richieste di erogazione a saldo, fissato alla data del 20 dicembre 2021 dall’articolo 4 del decreto direttoriale 4 agosto 2020, si rappresenta l’opportunità, per le imprese beneficiarie del voucher, di effettuare le comunicazioni di variazione degli elementi previsti dal contratto di cui all’articolo 3 del medesimo decreto direttoriale (importo, data di avvio, data di conclusione, ecc) direttamente nell’ambito della presentazione della richiesta di erogazione.
Continua a leggere sul sito del MISE.

DOMANDE FREQUENTI (FAQ)

Decreto direttoriale 4 agosto 2020 - Il decreto reca il termine ultimo del 20 dicembre 2021 per l’invio delle richieste di erogazione a saldo del contributo, la sospensione dei termini massimi di durata del contratto di consulenza a seguito dell’emergenza sanitaria e le modalità di variazione e di invio al Ministero del contratto di consulenza.

La procedura informatica per la presentazione delle richieste di erogazione del voucher è disponibile al link https://agevolazionidgiai.invitalia.it, accendendo nella sezione "Accoglienza Istanze" e cliccando sulla misura "Voucher per consulenza in innovazione".

Per info sulla PIATTAFORMA INFORMATICA e INFOGRAFICHE vedi sito MISE
Informazioni e contatti
Eventuali quesiti possono essere inviati a: info.managerinnovazione@mise.gov.it

Con DECRETO del Ministero dello sviluppo economico del 7 maggio 2019 (G.U. n.152 del 1 luglio 2019) sono state adottate le disposizioni attuative per l'erogazione di VOUCHER per l'INNOVATION MANAGER con l’obiettivo di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti d’impresa attraverso l’acquisizione di consulenze manageriali specializzate al fine di implementare le tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, nonché di ammodernare gli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.
La misura, prevista nella legge di bilancio 2019, mette a disposizione circa 75 milioni di euro per gli anni 2019, 2020 e 2021.
L’incentivo è pari a:
40.000 euro per le micro e piccole imprese nel limite del 50% della spesa;
25.000 euro per le medie imprese nel limite del 30% della spesa;
80.000 euro per le reti d’impresa nel limite del 50% delle spese sostenute.
Dettagli e maggiori informazioni sulla pagina del Mise.

Ultima modifica: Giovedì 19 Agosto 2021