Regione Toscana: CONTRIBUTI per spettacoli di PROSA, TEATRO per RAGAZZI, DANZA e MUSICA

Con decreto dirigenziale 15766 del 7 settembre 2021 la Regione ha approvato l'avviso pubblico per il sostegno di progetti di produzione di spettacolo dal vivo, nei settori della prosa, del teatro ragazzi, della danza e della musica.

Nell’AVVISO PUBBLICO (allegato A al d.d. 15766/2021) sono indicati i requisiti necessari per presentare istanza di contributo, la documentazione da allegare con le modalità di trasmissione, la procedura e le relative tempistiche

FINALITA':
L'intervento regionale è volto al sostegno, mediante l’erogazione di contributi, di soggetti che svolgono attività di produzione di spettacolo dal vivo, nei settori della prosa, del teatro ragazzi, della danza e della musica, e che contribuiscono allo sviluppo del sistema regionale dello spettacolo dal vivo, anche utilizzando nuove modalità nella fruizione dello spettacolo, sia come accessibilità da parte del pubblico che come accessibilità alle pratiche artistiche.

BENEFICIARI:
Destinatari del bando sono i soggetti professionali, pubblici e privati (costituiti in qualsiasi forma giuridica, con esclusione delle persone fisiche) che hanno svolto in modo continuativo per almeno tre anni nel periodo 2017-2020 e che svolgono attività di produzione nei settori della prosa, del teatro ragazzi, della danza, della musica, con riguardo alla musica colta anche contemporanea e con l’esclusione delle attività liriche.
Sono escluse le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche o comunque facenti capo al Coni.

COSTI AMMISSIBILI: 
I costi ammissibili riferibili all'annualità 2021 sono di seguito indicati:
– costi di produzione e tournée (scene, costumi, noleggi, altre spese per allestimenti, viaggi e trasporti, soggiorni);
– costi del personale impiegato nell'attività (artisti, tecnici, organizzativi/ amministrativi);
– quote di coproduzione (la coproduzione deve risultare da un formale accordo, redatto per iscritto e debitamente firmato fra i soggetti produttori, con la chiara indicazione dei rispettivi apporti finanziari, delle giornate lavorative e oneri sociali, del periodo di gestione e dell’attribuzione dei borderò);
– costi SIAE;
– costi per attività e servizi online;
– costi di promozione e comunicazione nella misura massima del 20% dei costi ammissibili del progetto;
– costi di funzionamento e gestione nella misura massima del 20% dei costi ammissibili del progetto;
– IVA se non detraibile.

PRESENTAZIONE DOMANDA: entro e non oltre il 12 ottobre 2021

TUTTE LE INFORMAZIONI, la MODULISTICA e i CONTATTI alla pagina della Regione Toscana

Ultima modifica: Mercoledì 13 Ottobre 2021