Ministero dello Sviluppo Economico: Fondo per il sostegno delle attività economiche chiuse

Il “Decreto Sostegni-bis” ha istituito un apposito fondo finalizzato a favorire la continuità delle attività economiche per le quali, per effetto delle misure restrittive di prevenzione e di contenimento adottate per l'emergenza epidemiologica da COVID-19, sia stata disposta, nel periodo intercorrente fra il 1° gennaio 2021 e la data di entrata in vigore della legge di conversione del predetto “Decreto Sostegni-bis”, la chiusura per un periodo complessivo di almeno cento giorni.
Nella G.U. n. 240 del 7 ottobre 2021, è stato pubblicato il decreto interministeriale 9 settembre 2021 che individua i soggetti beneficiari, l'ammontare e le modalità di erogazione del contributo di cui all’articolo 2, commi 1-4, del “Decreto Sostegni-bis”.
La dotazione complessiva del Fondo è di euro 140.000.000,00.

BENEFICIARI:
Ai sensi dell’articolo 11 del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, una quota del Fondo, pari a euro 20.000.000,00, è destinata, in via prioritaria, ai soggetti esercenti attività di discoteche, sale da ballo, night-club e simili.

Possono beneficiare degli aiuti a valere sul Fondo i soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione che, alla data di entrata in vigore del “Decreto Sostegni-bis”, svolgono, come prevalente, un’attività riferita ai codici ATECO 2007 indicati nell’allegato 1 al decreto interministeriale 9 settembre 2021 e che hanno registrato nel periodo intercorrente fra il 1° gennaio 2021 e la data di entrata in vigore della legge di conversione del “Decreto Sostegni-bis”, per effetto delle misure adottate dallo stesso, la chiusura per un periodo complessivo di almeno cento giorni.
Una  maggiorazione del contributo è prevista per i soggetti che, alla data di entrata in vigore del decreto-legge 23 luglio 2021, svolgono, come attività prevalente, quella identificata dal codice ATECO 2007 “93.29.10 - Discoteche, sale da ballo night-club e simili”.

TIPOLOGIA ED ENTITA' DELL'AIUTO:
L’aiuto riconosciuto è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto. Le risorse sono ripartite nel seguente modo:

  • euro 20.000.000,00 sono prioritariamente ripartiti, in egual misura, tra i soggetti esercenti, in via prevalente, l’attività di discoteche, sale da ballo night-club e simili (codice ATECO 2007 “93.29.10”), con un limite massimo di contributo, per ciascun soggetto beneficiario, di euro 25.000,00;
  • euro 120.000.000,00, unitamente a eventuali economie derivanti dalla distribuzione di cui al precedente punto, sono ripartite tra i soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione che hanno subito una chiusura di almeno cento giorni nel periodo indicato, con le seguenti modalità:
    a) euro 3.000,00, per i soggetti con ricavi e compensi fino a euro 400.000,00;
    b) euro 7.500,00, per i soggetti con ricavi e compensi superiori a euro 400.000,00 e fino a euro 1.000.000,00;
    c) euro 12.000,00, per i soggetti con ricavi e compensi superiori a euro 1.000.000,00.

Qualora la dotazione finanziaria non sia sufficiente a soddisfare la richiesta di agevolazione riferita a tutte le istanze ammissibili, fermo restando il riconoscimento di un contributo in egual misura per tutte le istanze ammissibili fino a un importo di euro 3.000,00, il contributo è ridotto in modo proporzionale sulla base delle risorse finanziare disponibili e del numero di istanze ammissibili inviate, tenendo conto delle diverse fasce di ricavi e compensi.

PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI CONTRIBUTO:
Modalità e termini di presentazione delle richieste di contributo saranno definite con successivo provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, individuato quale soggetto erogatore del contributo stesso.

VAI alla pagina sul sito del MISE

SCARICA il Decreto interministeriale 9 settembre 2021

Ultima modifica: Martedì 12 Ottobre 2021