Manutentori del verde

L'art. 12 della Legge 154/2016 ha disposto che l'attività di costruzione, cura, manutenzione di aree verdi, parchi e giardini può essere esercitata dagli iscritti al Registro ufficiale dei produttori (R.U.P.) o da imprese agricole, artigiane, industriali o cooperative, iscritte al Registro Imprese, che abbiano conseguito un attestato di idoneità che accerti il possesso di adeguate competenze.

La Legge ha demandato alle Regioni la disciplina delle modalità per l'effettuazione dei corsi di formazione necessari per ottenere l'attestato di idoneità.

Successivamente, nell'Accordo Stato Regioni del 22/2/2018 sono stati individuati i soggetti ai quali è destinata la formazione, nonché i casi di esenzione del percorso formativo, in particolare con riferimento al titolare, al socio partecipante al lavoro, al coadiuvante, al collaboratore familiare, al dipendente di imprese iscritte nel Registro Imprese alla data di entrata in vigore della legge 154/2016.

Nell'Accordo è stato, inoltre, genericamente indicato che queste figure devono presentare agli organismi preposti all'iscrizione al Registro Imprese o agli Albi delle imprese artigiane una richiesta di riconoscimento dell'esperienza nel settore almeno biennale, corredata della "relativa documentazione" entro 24 mesi dalla stipula dell'accordo.

Non essendo a tutt'oggi pervenuti chiarimenti da parte dei competenti Ministeri delle Politiche Agricole e dello Sviluppo Economico in merito alla effettiva documentazione da richiedere alle imprese, né in merito al relativo procedimento amministrativo che le imprese dovrebbero seguire per adempiere al dettato normativo,  nessun adempimento deve essere effettuato al Registro Imprese sino a quando non intereverranno i chiarimenti richiesti al MISE.

 

Ultima modifica: Martedì 3 Agosto 2021