PEC

www.registroimprese.it

 

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Domicilio digitale (PEC): entro il 1° ottobre 2020 obbligo di comunicazione al Registro delle imprese

Entro il 1° ottobre 2020 tutte le imprese devono comunicare telematicamente al Registro delle imprese il proprio domicilio digitale (già PEC) (art. 37 del D.L. 76/2020 Decreto Semplificazioni).
A questo adempimento sono tenute le società e le imprese individuali iscritte nel Registro delle Imprese che non hanno indicato o aggiornato il proprio domicilio digitale o la cui PEC è stata cancellata d'ufficio.

Nessuna comunicazione è dovuta da parte delle imprese che hanno già iscritto un indirizzo PEC valido, attivo e nella loro disponibilità esclusiva.

Sono previste sanzioni pecuniarie per i soggetti inadempienti.

Le imprese sono invitate a:

1. verificare il corretto funzionamento del proprio domicilio digitale (ex PEC);
2. controllare la corretta iscrizione del domicilio digitale al Registro delle imprese;
3. in mancanza di un domicilio digitale attivo richiederlo a un gestore autorizzato e comunicarlo al Registro delle Imprese tramite la procedura semplificata e gratuita "Pratica Semplice - iscrizione PEC" disponibile online all'indirizzo https://ipec-registroimprese.infocamere.it/ipec/do/Welcome.action.


Come verificare l'iscrizione del domicilio digitale al Registro delle imprese:

- consultare una visura aggiornata dell'impresa, scaricabile gratuitamente dal cassetto digitale dell'imprenditore (si accede con SPID o CNS);
- ricercare l'impresa sul sito www.registroimprese.it (ricercare con nome impresa) e fleggare "non sono un robot" in corrispondenza del campo PEC.


Posta elettronica certificata (PEC)

Nell’ambito della Comunicazione Unica, le Camere di Commercio e gli altri Enti coinvolti adottano la Posta Elettronica Certificata (detta anche posta certificata o PEC) per comunicare con le imprese. La PEC è un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica standard a cui si aggiungono delle caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione tali da rendere i messaggi opponibili a terzi. In Italia la casella di Posta Elettronica Certificata viene rilasciata dai Gestori iscritti nell'Elenco Pubblico previsto dal D.P.R. n. 68/2005 e tenuto dall'AgID. L'Elenco è consultabile all’indirizzo http://www.agid.gov.it/ nella sezione dedicata alla PEC. Ulteriori informazioni sulla PEC e sulle sue modalità di utilizzo sono disponibili nel sito dell'AgID.

Iscrizione della PEC nel Registro Imprese
Per le imprese costituite in forma societaria di ricorda che l’art.16, comma 6, del Decreto 185/2008 convertito con modifiche dalla legge n. 2 del 28 gennaio 2009 dispone che dal 29 novembre 2008, “[..] le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrità del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilità con analoghi sistemi internazionali. Entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto tutte le imprese, già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata. L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.” L'iscrizione nel Registro Imprese della PEC dell’impresa avviene attraverso la modulistica Registro Imprese. Tale indirizzo potrà essere utilizzato da chiunque, comprese le Amministrazioni, per comunicare con l’impresa.
Secondo quanto stabilito dai commi 1 e 2 dell'art. 5 del Decreto Legge 18 ottobre 2012 n. 179, convertito con Legge 17 dicembre 2012 n. 221, anche le imprese individuali che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese sono tenute a indicare nella relativa istanza il proprio indirizzo PEC.

Le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale sono tenute a depositare presso l'ufficio del registro delle imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro il 30 giugno 2013.

Sul sito www.registroimprese.it è in linea una pagina informativa sull'obbligo PEC per le imprese individuali e societarie, che permette di verificare gratuitamente se l'impresa ha già iscritto il proprio indirizzo PEC e fornisce indicazioni per procedere con l'eventuale comunicazione al Registro Imprese. Si ricorda che la pratica può essere predisposta anche mediante la procedura "Pratica Semplice", accessibile direttamente dal sito sopra indicato (per le società v. anche schede guida interattiva 13.1.1 e 13.1.2).

Con nota prot. n. 0053687 del 2/4/2013 (formato PDF - dimensione 77 Kb), confermata da nota prot. n. 0120610 del 16/7/2013 e da circolare prot. n. 007684 del 9/5/2014 (formato PDF - dimensione 988 Kb), il Ministero dello Sviluppo Economico ha precisato che ogni impresa (sia essa societaria o individuale) deve iscrivere nel Registro Imprese un indirizzo PEC alla stessa esclusivamente riconducibile, senza possibilità di domiciliazione presso soggetti terzi.
Con direttiva del 27 aprile 2015 il Ministro dello Sviluppo Economico ha precisato che "l'iscrizione al registro delle imprese dell'indirizzo di posta elettronica certificata di un'impresa è legittimamente effettuata solo se detto indirizzo è nella titolarità esclusiva della medesima, perché ciò costituisce il requisito indispensabile per garantire la validità delle comunicazioni e delle notificazioni effettuate con modalità telematiche".

Mancata comunicazione dell'indirizzo PEC al Registro Imprese

Si ricorda che a decorrere dal 07.04.2012, ai sensi dell'art. 37 del D.L. 9 febbraio 2012 n. 5 convertito con Legge 4 aprile 2012 n. 35, "l'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa costituita in forma societaria che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata".
Con parere n. 1714/2013 del 10 aprile 2013 (formato PDF - dimensione 3 Mb) la Sezione Seconda del Consiglio di Stato ha chiarito che, trascorsi inutilmente i tre mesi di sospensione di cui al comma 6-bis dell'art. 16, D.L. n. 185 del 2008, l'ufficio competente - allorché la società non abbia atteso alla comunicazione, ancorché postuma, dell'indirizzo PEC - non può che respingere la domanda di iscrizione al Registro Imprese.

Si fa altresì presente che ai sensi del comma 2 dell'art. 5 del D.L. n.179/2012, convertito con L. n. 221/2012 l'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda fino ad integrazione della domanda con l'indirizzo di posta elettronica certificata e comunque per quarantacinque giorni; trascorso tale periodo, la domanda si intende non presentata".
Con il parere sopracitato la Sezione Seconda del Consiglio di Stato ha ritenuto che tale disposizione - ove qualifica come "non presentata" la domanda dell'impresa che non abbia integrato, ancorché tardivamente, la domanda di iscrizione al Registro Imprese, con la comunicazione dell'indirizzo PEC entro il termine previsto - presenti natura ricognitiva di un precetto già implicitamente desumibile, per le imprese in forma societaria, dall'art. 16, D.L. n. 185 del 2008.
 
 

Domicilio digitale (PEC): entro il 1° ottobre 2020 obbligo di comunicazione al Registro delle imprese

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.it

 

Entro il 1° ottobre 2020 tutte le imprese devono comunicare telematicamente al Registro delle imprese il proprio domicilio digitale (già PEC) (art. 37 del D.L. 76/2020 Decreto Semplificazioni).
A questo adempimento sono tenute le società e le imprese individuali iscritte nel Registro delle Imprese che non hanno indicato o aggiornato il proprio domicilio digitale o la cui PEC è stata cancellata d'ufficio.

Nessuna comunicazione è dovuta da parte delle imprese che hanno già iscritto un indirizzo PEC valido, attivo e nella loro disponibilità esclusiva.

Sono previste sanzioni pecuniarie per i soggetti inadempienti.

Le imprese sono invitate a:

1. verificare il corretto funzionamento del proprio domicilio digitale (ex PEC);
2. controllare la corretta iscrizione del domicilio digitale al Registro delle imprese;
3. in mancanza di un domicilio digitale attivo richiederlo a un gestore autorizzato e comunicarlo al Registro delle Imprese tramite la procedura semplificata e gratuita "Pratica Semplice - iscrizione PEC" disponibile online all'indirizzo https://ipec-registroimprese.infocamere.it/ipec/do/Welcome.action.


Come verificare l'iscrizione del domicilio digitale al Registro delle imprese:

- consultare una visura aggiornata dell'impresa, scaricabile gratuitamente dal cassetto digitale dell'imprenditore (si accede con SPID o CNS);
- ricercare l'impresa sul sito www.registroimprese.it (ricercare con nome impresa) e fleggare "non sono un robot" in corrispondenza del campo PEC.
 

Circolare n.223761 del 24/11/11 del Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazione della PEC per le società soggette a procedure concorsuali

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: 2011_223761_Nota_MSE.pdf (formato PDF - dimensione 136 Kb)

 
 

Guida alla comunicazione della PEC - versione aggiornata al 16/11/11

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: GUIDA DICHIARAZIONE PEC PER SOCIETA versione al 16 novembre 2011.pdf (formato PDF - dimensione 3 Mb)

 

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: Pec_regole_tecniche_DM_2-nov-2005.pdf (formato PDF - dimensione 482 Kb)

 

Parere MISE n. 9980 del 18 gennaio 2012

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: Parere MISE n. 9980 del 18 gennaio 2012 (formato PDF - dimensione 234 Kb)

 

Circolare n. 146535 del 10/09/2013 del Ministero dello Sviluppo Economico - Utilizzo delle "PEC al cittadino"

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: CIRCOLARE.PDF (formato PDF - dimensione 142 Kb)

 

Direttiva ministeriale avente ad oggetto indicazioni per l'attuazione delle disposizioni concernenti il pubblico elenco denominato "Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (INI-PEC)"

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

 

Link: direttiva_INI_PEC.pdf (formato PDF - dimensione 105 Kb)

 

FAQ

CCIAA Pistoia
Registro Imprese
registro.imprese.pistoia@ptpo.camcom.it

Ultima modifica: Martedì 20 Aprile 2021