Anno 2020

Provincia di Pistoia - Import export anno 2020

È pari a 1.302 milioni di euro il valore delle esportazioni registrato nella provincia di Pistoia nel 2020; la variazione complessiva rispetto al 2019 è stata pari al -20,6%, dato di gran lunga peggiore sia della media regionale (-6,2%) che di quella nazionale (-9,7%).

All’interno della Regione Toscana tutte le province registrano andamenti fortemente negativi, con l’eccezione di Arezzo e Siena che invece hanno aumentato il valore delle loro esportazioni, in virtù della tipologia di specializzazione produttiva che contraddistingue questi due territori.

Andamento negativo anche delle importazioni (800 milioni di euro) che globalmente diminuiscono di un valore pari a -6% rispetto all’anno precedente.

Il blocco degli scambi commerciali maturato con il diffondersi dell’emergenza sanitaria si è abbattuto su un andamento generale che già mostrava segnali di debolezza in tutta l’area provinciale.

Pistoia partiva già con valori fortemente negativi nell’ ultimo trimestre del 2019 e nel primo del 2020,  e ha mantenuto in segno negativo l’andamento anche nel corso di tutti i trimestri successivi, ma con segnali di  miglioramento.

L’andamento delle esportazioni per settore

L’andamento delle esportazioni,  fortemente negativo e pari a -20,6% in totale, analizzato al netto del’export del materiale rotabile (che presenta di consueto comportamenti altalenanti) presenta un risultato tendenziale ancora negativo, ma con un valore ampiamente mitigato e pari a -7,6%.

Le esportazioni del materiale rotabile, che avevano infatti registrato nel 2019 un valore straordinariamente elevato rispetto alla media di lungo periodo, nel 2020 hanno subito un forte ridimensionamento (-87,1%), che non dipende in particolare dalla crisi pandemica, ma che è frutto di un andamento ciclico consueto nel settore

Da rilevare a Pistoia i valori positivi delle esportazioni delle piante (+5,1%), degli articoli in materie plastiche (+5,3%), degli articoli di carta e cartone (+41.6) e dei prodotti alimentari (+10,3%).

Di contro negative le esportazioni dei prodotti legati al sistema moda (-27%), in cui le calzature (3° prodotto per valore di export in provincia) ha registrato un crollo delle vendite all’estero per un valore pari a -47,9%. Anche il settore del mobile ha diminuito il suo export del 16,2%.

L’andamento delle esportazioni per paese di destinazione

Per quanto riguarda i paesi verso i quali si rivolgono le esportazioni dell’area provinciale, l’Europa resta il principale paese di sbocco commerciale della provincia di Pistoia.

Queste (che pesano per l’80,4% sul totale) hanno registrato valori positivi nell’ambito dell’area Euro (+3,6%), e, in generale in tutta l’Unione europea (+5,4%), con l’eccezione della Francia (-3,3%).

Negativo invece l’andamento nei paesi europei extra UE (-63%) in particolare verso il Regno Unito (-75,9%).

Fuori dall’Europa il valore delle esportazioni è sempre stato di gran lunga inferiore rispetto a quello registrato nel 2019, con andamenti fortemente negativi quali l’export diretto negli Stati Uniti (-24,6%).

TAVOLE:

Ultima modifica: Giovedì 13 Maggio 2021