Le imprese femminili al 31.12.2016

Sono 7.363 le imprese femminili registrate al Registro Imprese della Camera di Commercio di Pistoia al 31.12.2016. Di queste le attive sono 6.462.

I dati, che mettono in evidenza il ruolo sempre importante delle imprese “in rosa” all’interno del sistema imprenditoriale della nostra provincia, emergono da un’analisi condotta dall’Ufficio studi della Camera di Commercio di Pistoia sui Informazioni estratte dal Registro delle Imprese.

Il 2016 conferma la tenuta del comparto femminile del sistema imprenditoriale
Nell’intero anno si sono iscritte al registro della Camera di Commercio di Pistoia 595 imprese femminili (il 29,7% del totale iscrizioni), con una flessione rispetto al 2015 dell’8,9%. Nello stesso periodo sono cessate 552 aziende «rosa» generando un saldo fra nuove iscrizioni e cessazioni comunque positivo e pari a 43 imprese.
Il tasso di femminilizzazione, che rappresenta il peso delle imprese femminili all’interno del sistema imprenditoriale, per la provincia di Pistoia è pari al 22,4% del totale delle imprese registrate. Il dato provinciale è lievemente più basso rispetto alla media toscana (23%), ed è seguito dal dato di Lucca (22,3%), Pisa (22,1%) e Firenze (21,2%).
Per quanto riguarda la distribuzione delle imprese femminili all’interno dei settori, quello ove si concentra il maggior numero di imprese è il COMMERCIO (2.004 imprese che rappresentano il 27,2% del totale imprese femminili e generano un tasso di femminilizzazione del totale imprese pari a 25,9% ), seguito dal MANIFATTURIERO (922 imprese pari al 12,5% del totale IF e con un tasso di femminilizzazione pari a 21,2%) e dall’AGRICOLTURA (815 imprese, l’11,1% con un tasso di femminilizzazione pari a 23,9%).
Alto il peso femminile nei settori legati al TURISMO, in particolare alberghi a altre forme di alloggio, dove la quota di imprese rosa rappresenta 29.8% del totale, e nei settori dei servizi alla persona dove il tasso di femminilizzazione supera il 56%.

La distribuzione delle imprese femminili per natura giuridica vede il 62% delle stesse iscritte come imprese individuali, il 19,1% come società di capitale, il 17,5% come società di persone e il restante 1,4% nelle altre forme (lo 0,9% sono cooperative).

Fra le imprese femminili, quelle giovanili sono 936 e ne costituiscono il 12,7%.
Le imprese femminili straniere raggiungono la quota di 888 e rappresentano il 12,1% del totale delle imprese femminili (mentre le straniere maschili sono il 10,7% del totale).
Infatti fra le nuove nate, è importante il contributo dell'imprenditoria straniera che ha generato il 25,7% delle nuove iscrizioni femminili.


Rispetto alle “quote rosa”, su un totale di 50.595 persone che assumono cariche o qualifiche nelle imprese della provincia di Pistoia al 31.12.2016, sono 14.418 le donne con almeno una carica (pari al 28,5%).
Il totale delle cariche assunte da donne nell’ambito delle imprese della provincia di Pistoia è pari a 21.441.
Sulle 14.418 donne con carica nelle imprese pistoiesi, quelle con meno di 30 anni rappresentano il 4,9% (quota maggiore che nella componente maschile, dove i giovani under 30 sono pari a 3,8% del totale).
Le donne extra-comunitarie che ricoprono cariche nelle imprese pistoiesi sono 768. Il numero più consistente è costituito dalle donne cinesi (133); seguono le albanesi (115), le donne provenienti dalla Nigeria (99), dal Marocco (60) e dalla Federazione Russa (58).

Ultima modifica: Giovedì 22 Aprile 2021